Il mio Blog e il mio sito diventano una sola cosa...www.sebastianozanolli.com

Ciao....il mio blog ed il mio sito diventano una sola cosa.

Da oggi, 17 Settembre 2009,

www.sebastianozanolli.com raccoglie tutto. Opinioni, spunti, strumenti, commenti, dati e date, appuntamenti, foto, files...

Insomma...questo blog che mi ha dato tanti amici e soddisfazioni cambia indirizzo....ma non cambia anima.

Ci mancherebbe...

Grazie per l'affetto. Davvero.

Sebastiano

lunedì 23 giugno 2008

ITALIA - SPAGNA 2 A 4

Ieri sera mi sono seduto sulla mia poltrona per vedere l'Italia....

Ho preparato la birra, le patatine...

Ho ascoltato l'inno...


Ho iniziato a guardare i giocatori che si passavano la palla...


Poi annoiato da un gioco tanto brutto quanto noioso ho acceso il notebook..


Si apre la schermata iniziale con Google...


Cosa cerco..

Mah..

Do un occhiata alla TV..


Sono sempre lì a giochicchiare..


Scrivo sulla barra di ricerca..."Quanto guadagna un giocatore di calcio"..

Esce su www.calciopro.com un articolo estratto da un altro articolo della Gazzetta dello Sport...

"Il rapporto tra la società sportiva e il calciatore professionista è regolato dalla legge n. 91/81 e prevede anch’esso un minimo sindacale (previsto ad esempio nel contratto di Damiano Tommasi nella Roma di qualche anno fa, o di Bobo Vieri lo scorso anno nell’Atalanta). Gli si presenta a fine mese una busta paga come quella di qualsiasi dipendente in cui appaiono come primo motivo di uscita fiscale il prelievo Enpals, sistema previdenziale, che porta via il 33% dello stipendio. Il Tfr invece il 7,50%.
La Gazzetta calcola queste cifre su un calciatore medio della serie A, che prende 540.000 euro circa al mese, di cui “solo” 300.000 vanno nelle sue tasche".

Poi digito "quanto guadagna un maestro delle elementari".
Lasciamo perdere...

Riguardo i nostri giocatori.... E' il 30° del primo tempo....

Alla fine chiederanno scusa agli italiani per la scarsa performance...


No non occorre che vi scusiate...

Fate conto che non vi abbia visto...

Non mi dovete nulla.....

Vado fuori a correre...

Mi diverto di più...

5 commenti:

Anonimo ha detto...

....ed io ieri sera ho preferito una buona lettura...e chissà se con queste grandi cifre entrano in una libreria per acquistare dei libri..retorica a parte...mi piacerebbe si rendessero conto che ci sono famiglie che con 1000 euro al mese non ce la fanno a vivere degnamente...la dignità della persona prima di tutto.
Grazie Seba buona notte...ed io sono felice di addormentarmi vicino la mia gatta!!!!

Fiorenza ha detto...

... e alla fine non hanno nemmeno chiesto scusa per la scarsa performance!!!
Ciao, Seba!!

Anonimo ha detto...

OHHH ciao Seba! Finalmente riesco a rubarmi un attimo per scriverti. Per quanto riguarda i calciatori, beh si sa... ma mica è colpa loro. Se la domenica ci fossero stadi vuoti e librerie piene, sicuramente non percepirebbero certi stipendi (magari gli scrittori sì :) ).

Ottimi spunti nel blog anche se non sono ancora riuscito a leggere tutto. Mi raccomando avanti così, a presto e... fatti sentire ogni tanto! :)
Ciao, Loris

Anonimo ha detto...

Senza parole... C'è chi come me guarda una partita di calcio ogni.... Caspiterina almeno ogni 2/3 anni, proprio quando c'è la Nostra Nazionale per tifare Italia, per far vivere questo sano patriottismo che ci teniamo nel cuore per ... L'Italia, per gli Alpini, per l'Inno Nazionale.. Ma come contenere la delusione? Pensando che comunque si tratta di sport.. Ma con queste cifre si può parlare di... Sport??
Un bacio grande Seba, sentiamo che ne pensi... baci, Sandra

Sebastiano ha detto...

Ciao Sandra,
si penso che questo non sia più sport.
O meglio che non sia più lo sport per noi che lo guardiamo ma che sia solo lo sport di chi è ammesso a farlo.
Insomma di nuovo siamo solo consumatori...nemmeno spetttori...
baci
seba

Il video di presentazione di "Io, societa' a responsabilita' illimitata"

Un Video che vale : Last lecture di randy Pausch

- "Ogni ostacolo, ogni muro di mattoni, è lì per un motivo preciso. Non è lì per escluderci da qualcosa, ma per offrirci la possibilità di dimostrare in che misura ci teniamo. I muri di mattoni sono lì per fermare le persone che non hanno abbastanza voglia di superarlo. Sono lì per fermare gli altri".