Il mio Blog e il mio sito diventano una sola cosa...www.sebastianozanolli.com

Ciao....il mio blog ed il mio sito diventano una sola cosa.

Da oggi, 17 Settembre 2009,

www.sebastianozanolli.com raccoglie tutto. Opinioni, spunti, strumenti, commenti, dati e date, appuntamenti, foto, files...

Insomma...questo blog che mi ha dato tanti amici e soddisfazioni cambia indirizzo....ma non cambia anima.

Ci mancherebbe...

Grazie per l'affetto. Davvero.

Sebastiano

domenica 12 ottobre 2008

GIUSTO E SBAGLIATO

Che strano come il giro del tempo
ti ritorca come un filo
e ti faccia ritrovare
la fine con l'inizio.

Hai un bel da fare
a provare a giustificare
tante azioni spavalde,
tanti atteggiamenti ribelli,
tanti "no" detti in gioventù
quando i molari ti cominciano a fare male uno dopo l'altro,
segno odontoiatrico che i giorni passano
e i denti, inevitabilemente,
tendono a cadere.

E così... Nella sala d'attesa del dentista...
I pensieri gironzolano... Si tamponano...
Scappano via e ritornano.

Com'è che fa quella riflessione?...
'A quindici anni tuo padre ha sempre torto...
A venti è uno stronzo...
A trenta a volte aveva ragione...
A quaranta fai tutto come diceva tuo padre...'

Provo a impilare le cose che mi diceva...


Lavorare per te
è la cosa da fare.

Alzati presto e vai a letto tardi
se vuoi che rimanga qualcosa.


Non spendere mai più di quello che guadagni.

Non cambiare stile di vita
solo perchè hai una lira in più in tasca.


Preoccupati degli altri,
ma non preoccuparti
di quello che pensano di te gli altri...

Chi conosce poche parole
si trova ad ubbidire a chi ne sa tante...


Certo alcune le ha anche sbagliate... Ma...

... Ma quella sulla finanza no...
Una casa è sempre una casa...
La carta a volte ritorna carta...

Sarà il dentista che mi aspetta...
Sarà che mio padre parlava poco
e quindi così sbagli anche poco...
Ma avrei voglia di stare lì
a parlare con mio padre
e dirgli che ha sbagliato poco...
A una certa età sono certo che fa piacere
sentirselo dire da un figlio...

Facciamo una raccolta di cosa hanno detto
di giusto o sbagliato i nostri papà?

4 commenti:

Anonimo ha detto...

..il mio papà, un grande papà, lo amo, lo adoro, è stato e spero lo sarà ancora per molto un uomo saggio,rilfessivo...qualche sberla l'ho presa, ma ho ricevuto anche tanti baci..sono fortunata; m'insegnava, m'insegna il risparmio, m'insegnava e m'insegna il saper stare tra le persone con semplicità,m'insegna e m'insegna il valore della famiglia...però mi fa incazzare quando è troppo critico difronte alcune situazioni, quando non riesce ad accettare le novità, che il mondo sta cambiando...ma il mio papà è un grande uomo...e tu Seba sarai un grande papà..Ale

Anonimo ha detto...

Ho quarant'anni (essenziale in questo caso vista la riflessione).Mio padre ha sempre parlato e brontolato tanto. Il suo più grande sbaglio è stato quello di volere sempre tenere troppo i figli legati a sè. Credo che se ci avesse lasciati più liberi nelle nostre decisioni avremmo realizzato le nostre passioni.Gli voglio comunque molto bene perchè ha avuto anche molte ragioni.

silvia ha detto...

Come hai ragione Sebastiano....quando sei giovane non capisci...le frasi dei tuoi genitori non hanno senso anzi quasi ti infastidiscono...poi col tempo ci ripensi, le provi sulla tua pelle e allora capisci che forse eri tu quello in errore...mio padre diceva sempre: "dove non vuoi andare ti tocca correre" e "l'esperienza non è altro che la sommatoria degli errori"
Ho perso il papà molto giovane e non sai quanto mi piacerebbe oggi potergli dire che ora finalmente ho capito molte cose...
S.

fabrisale ha detto...

Giuste o sbagliate lascio a voi...
"Ricordati che quando ci sono delle difficoltà gli amici sono amici e spesso su di loro non puoi contare, mentre la tua famiglia resta sempre la TUA famiglia..."
"Vedi il campanello fuori della porta di casa... quando ci sarà scritto il tuo nome si farà come dici tu..."
"Prima il dovere e poi il piacere..."
"Sai chi è Sam Peckinpah?" la mia risposta era ovviamente no "allora non potrai discutere con me di film..."
"I soldi spesi in libri non sono mai soldi spesi male..."

Il video di presentazione di "Io, societa' a responsabilita' illimitata"

Un Video che vale : Last lecture di randy Pausch

- "Ogni ostacolo, ogni muro di mattoni, è lì per un motivo preciso. Non è lì per escluderci da qualcosa, ma per offrirci la possibilità di dimostrare in che misura ci teniamo. I muri di mattoni sono lì per fermare le persone che non hanno abbastanza voglia di superarlo. Sono lì per fermare gli altri".